ti trovi qui: Home
Riccione 2008
Scritto da luca   
Venerdì 07 Marzo 2008 00:00

Di seguito il racconto "in diretta" da Riccione delle gare dei nostri atleti:

giorno 1 - mattino

Tocca a Sabrina Lucianer l'onore ma sopratutto l'onere di inaugurare la rassegna giovanile tricolore. Tanta emozione e una preparazione non certo finalizzata a questi campionati non consentono a Sabri di esprimersi al meglio delle sue potenzialità e chiude 28° nuotando i 50 stile libero in 29.54, poco sopra al suo personale. In ogni caso esperienza positiva che le servirà indubbiamente per crescere e fare ancora meglio in futuro.

giorno 1 - pomeriggio

Altro esordio ai campionati italiani quello di Arianna Bridi, la più piccola della squadra, che inizia la prima delle sue 5 fatiche. Anche per lei tanta emozione che la "blocca" nei 200 misti fino a metà gara (soprattutto nella frazione a dorso), quindi buon recupero a rana e ottima chiusura a stile libero in 33.99 (in poche nuoteranno l'ultima frazione sotto i 34"). Il tempo finale di 2.32.29 (un decimo sopra al personale) le permette di qualificarsi in 21° posizione.

Rotto il ghiaccio, dopo un'ora Ari torna in acqua per i 400 stile: stavolta la condotta di gara e più che buona e riesce a migliorare il proprio record personale in 4.39.55, obiettivo non da poco per una "matricola"! Ottimo il 13° posto finale.

giorno 2 - mattino

E arriva il momento della gara anche per Giada Zamboni, giunta alla sua ultima partecipazione ai campionati nazionali giovanili invernali. La nostra "capitana" sfodera una prestazione di grande carattere, e affronta i 200 rana con grande determinazione. Dopo un ottimo passaggio ai 100, paga un pò di stanchezza nel finale e chiude 33esima in 2.47.86, tempo che rappresenta il suo primato stagionale (-2" rispetto ai regionali) ma soprattutto l'ennesimo segnale di ripresa per un ragazza da sempre esempio di impegno e serietà.

giorno 2 - pomeriggio

Pomeriggio di grandi soddisfazioni per i nostri colori alla piscina comunale di Riccione. Si parte subito bene con i 100 delfino di Marta Roggio. All'esordio nei campionati italiani sfodera una prestazione molto convincente, ottimo il passaggio ai 50 in 31.64 e ottimo anche il tempo finale di 1.07.73, record personale nonchè record sociale di categoria; mancata di un soffio la qualificazione per gli italiani estivi, ma ci saranno altre occasioni. Decisamente buono anche il 23° posto finale in classifica.

E' quindi la volta di Arianna Bridi scendere in acqua per i 400 misti: passaggio a delfino velocissimo (1.11.77, con un record personale di 1.14.2!!!), perde un pò nella frazione a dorso ma a rana e stile chiude con una grande progressione che la porta al 9° posto, a pochi decimi dalla zona punti. tempo finale 5.13.01, che rappresenta il nuovo record regionale ragazze in vasca corta (detenuto da Sara Parise dal 1996) e naturalmente provinciale (uno dei tanti record della Galloni, datato addirittura 1980), e nuovo record sociale fino alla categoria cadette.

Passa poco più di un'ora e Ari affronta i 200 stile con la fatica che comincia a farsi sentire. Riesce comunque a nuotare il suo record personale (2.14.52) classificandosi in 22° posizione.

giorno 3 - mattino

Dopo tanta attesa, è il turno della gara di Nadia Pederiva, i 50 rana. Difficile riuscire a dare tutto in una gara così breve, dove contano i piccoli dettagli e le sensazioni. Un pò di delusione per il tempo finale (35.55, mentre Nadia aveva nuotato 34.58 ai regionali), ma la nostra ragazza ha i mezzi e le potenzialità per rifarsi alla prossima occasione. Chiude al 34° posto.

giorno 3 - mattino

Quinta e ultima fatica per la "piccola" della squadra, gli 800 stile. Arianna Bridi parte questa volta in prima serie col 10° tempo d'iscrizione, e imposta subito la gara su un buon ritmo. Bene il passaggio a metà gara (4.40.68, poco superiore al suo record personale nuotato 2 giorni fa) e finale in progressione stringendo i denti con le ultime energie rimaste. Finisce in nona posizione come ieri, con la soddisfazione di migliorare il proprio personale portandolo a 9.26.99.

Bilancio quindi più che positivo per quanto riguarda le ragazze.

Da domani in acqua i maschi, in bocca al lupo!!!

giorno 4 - mattino

Se sei un maschietto e ti aggiri in vasca con la testa mezza rasata e delle scritte a pennarello sulla schiena, probabilmente sei una "matricola"... e di solito l'impatto con i campionati italiani è sempre difficile. Infatti Nicolò Maule affronta i 100 rana con tanto entusiasmo e voglia di fare bene, ma si lascia prendere dalla foga e ne esce una nuotata troppo tesa e nervosa. Bene ai 50 metri (34.14), finisce in 1.13.36 al 37° posto, poco sopra al suo personale. Ma quest'anno l'importante era esserci!

Troppe bracciate anche nella nuotata di Matteo Zamboni, impegnato nella stessa gara qualche minuto più tardi, dove paga eccessivamente in partenza (non proprio il suo punto di forza) e sulle virate. 33.05 il tempo a metà gara, 1.10.16 al tocco della piastra, comunque a soli 8 decimi dal suo record, e 31° posto per lui. Domani possibilità di rifarsi sulla doppia distanza.

Staffetta 4x200 stile libero junior: Massimo Grisenti, Tomasi Leonardo, Alessandro Ranaldi e Sartori Stefano migliorano il tempo complessivo nuotato ai regionali e fermano il cronometro a 8.00.56, nuova miglior prestazione provinciale di categoria, mentre devono cedere il primato regionale agli amici dell'AS Merano. Parte bene Max che nuota il suo miglior 200 di sempre in 1.57.98, quindi Leo nuota la distanza in 2.01.94, record personale ma con un passaggio troppo veloce ai 100. Anche Ale si lascia prendere dalla foga e ne esce una nuotata su frequenze troppo alte, quasi record personale ai 100 (57.7 contro 57.2) e ritorno di conseguenza più sofferto (2.02.68). Chiude bene Stefano con 1.57.96, nonostante una condizione fisica ancora precaria.

giorno 4 - pomeriggio

Nel 2007 era a Imperia come wild card, quest'anno Max si presenta ai blocchi di partenza dei 200 delfino col 16° tempo d'iscrizione. Ottima la sua gara, nuotata sempre bene tecnicamente e condotta tattica esemplare (28.6 - 32.9 - 33.1 - 32.3 i passaggi, 2.07.00 il tempo finale). Rimane la sensazione che si potesse osare qualcosa in più dopo metà gara, ma è più grande la soddisfazione per aver migliorato di oltre un secondo il proprio personale e per il 13° posto in classifica.

giorno 5 - mattino

Matteo Zamboni è impegnato oggi nella distanza a lui più congeniale, i 200 rana. Gara positiva per quanto riguarda l'approccio tattico e la distribuzione delle energie (34.2 - 38.3 - 39.1 - 38.7 i passaggi), meno bene per quanto riguarda la tecnica di nuotata, con qualche sbavatura di troppo specie nelle virate. Si può fare meglio. Il tempo finale di 2.30.48 rappresenta comunque il suo record personale, e il migliorare se stessi resta l'obiettivo più importante per ogni atleta. Bravo quindi Matteo che termina al 20° posto.

giorno 5 - pomeriggio

Siamo al momento dei 100 delfino, che vedono alla partenza sia Massimo Grisenti che Sartori Stefano. Ancora una prova molto convincente per Max, che sigla nuovamente il proprio personale con 57.72 classificandosi al 15° posto. Dimostra così di aver raggiunto una grande maturità soprattutto nell'allenamento di tutti i giorni, che si traduce in una continuità di risultati positivi, in particolar modo nelle occasioni che contano. Davvero bravo, considerando sempre i grandi progressi rispetto allo scorso anno.

Stefano nuota i 100 delfino in 57.74 e si piazza sedicesimo. Inutile mentire: le aspettative alla vigilia erano altre (partiva in prima serie col 5° tempo) e c'è un pizzico di delusione. Si potrebbero scrivere tante cose, ma sarebbe antipatico nascondersi dietro l'alibi di una spalla lussata, della preparazione largamente incompleta, della febbre e relativi antibiotici degli ultimi giorni... Accettiamo serenamente il verdetto del cronometro, consci che il valore del ragazzo è ben altro (vedi il 55.99 fatto registrare alla Brema). L'augurio di tutti è che d'ora in poi possa prepararsi al meglio, e che la prossima volta possa giocarsi le sue possibilità ad armi pari.

giorno 6 - mattino

Ultimo giorno di gare a Riccione, ultime fatiche per Massimo Grisenti e Sartori Stefano impegnati nei 50 delfino. Buona la partenza di Max e molto veloce la prima vasca, virata meno brillante e tocco al muro in 26.81, a 8 centesimi dal personale in 17° posizione. Nuotato alle 9 di mattina c'è da essere soddisfatti!

Stefano si riscatta parzialmente rispetto a ieri e chiude in 11° posizione con 26.14. Vale quanto scritto in precedenza, mentre osserviamo sul tabellone della piscina tempi da podio non proprio stratosferici... con un pò di rammarico.

Come per le ragazze, il bilancio a fine italiani può considerarsi positivo anche per il settore maschile. E cercheremo di fare ancora meglio quest'estate a Roma!!!

 
Joomla! Template by Red Evolution, modified by "RNThc" - Joomla Web Design
Rari Nantes Trento - via Bettini 7/a - Trento - tel/fax 0461921366 - P.I.01479820225
ShinyStat Free cookie policy